Home > Treviso > Con Tommaso Tozzi e Grasshopper a Firenze

Con Tommaso Tozzi e Grasshopper a Firenze

22901469_1562084640504478_660234601_n

Wany mi ha mostrato queste due foto di un bombing a Firenze. Credo fosse il 92 così ad occhio. Io purtroppo non avevo ancora elaborato un softie accettabile, era veramente terribile in termini di stile. Eravamo ospiti di Tommaso Tozzi, di cui ha parlato Stefano in questo post: lui tra l’altro è stato uno dei precursori totali in Italia. Non mi ricordo bene il nome del centro sociale, so che era inverno perché faceva un freddo pazzesco. Forse Ex Emerson. Credo si presentasse Happening Digitali Undergound, un suo DVD multimediale dove Fabrizio aveva fatto un intervento, roba da antesignani, periodo cyberpunk o comunque di punk nell’aria ce ne era un sacco. Ci eravamo divisi la copia omaggio: io avevo il box col booklet e lui il disco, ah ah.

In pratica eravamo Fabrizio, Grasshopper di Torino ed io. Eravamo andati con Tommaso in ferrovia, era giorno. Io avevo attaccato il Pendolino, che poi lo pulivano in due secondi ma era molto aerodinamico e figo. Ci avevano sgamati e ne era uscito un inseguimento bestiale, ne avevamo due Grasshopper ed io a un metro di distanza. Lui lo avevano preso mentre scavalcavamo, con il walkie talkie gli avevano dato una bella pestata sulla crapa. Io ero riuscito a fugare. Non mi ricordo bene ma può darsi che io avessi voluto rientrare per finire mentre erano già stati chiamati, boh. C’era anche una mezza storia che io non mi ero comportato correttamente ma in effetti era un fugone classico coi tipi a distanza di presa per il collo, sarcazzo, io non avevo fatto nulla di male.

Fatto sta che fugone con sgommata nella macchina di Tommaso, era piccolissima tipo Innocenti 112. Poi al centro sociale Fabrizio ed io avevamo dipinto una pezzata Free Grasshopper. Lui poi lo avevano rilasciato e ci aveva insultato per due ore, ah ah noi infamissimi gli ridevamo dietro. Poraccio, lui bello corpulento in sostanza non era riuscito a saltare veloce lì in ferrovia.

Mi sa che quella sera o la sera prima era scattato sto piccolo bombing postato da Wany. A Firenze la scena era strana: c’erano due gatti ma erano abbastanza avanti. Color Melodies Combo era per metà lì in Toscana. Grasshopper invece rappresentava un pochino quel momento del ragamuffin hip hop: aveva i dread che per i duri e puri significavano fricchettone vada via i ciap. A fine anni ’80 c’erano sti crossover che poi son rimasti per anni, vedi i mille featuring di gente come Ini Kamoze nel periodo Wu Tang e compagnia bella.

Riassumendo quindi un grande saluto al trevigiano, al povero rasta di Torino che l’aveva pagata e ai compagni di Firenze. Ad un certo punto avevano preso i due cubetti di ghiaccio che eravamo e ci avevano portato a casa di qualcuno, c’era il prosciutto crudo buono e il rosso buono, si parlava di vino con del fumo ma era poco ah ah. Compagni vecchia scuola. Ci guardavano un po’ straniti e bonari, io ero l’elemento bauscia ma alla fine Porseo aveva un buon background e un terreno comune lo sapeva trovare.

PS: Leggete il commento di Fabrizio qui di seguito!

 

 

Annunci
Categorie:Treviso
  1. 30 ottobre 2017 alle 3:38 am

    Ricordo nitidamente il risveglio dopo la prima notte all’ex emerson… Mi giro e ti sento smadonnare mezzo avvinghiato a una stufetta elettrica… Del compagno che ci aveva ospitato ricordo una discografia punk impressionante, c’era veramente tutto… La storia del pendolino comunque era andata un po diversamente… Pezzi quasi finiti, arrivano i guardiani con tanto di pile… Fugone e tutto tranquillo. Poi qualcuno si mette in testa che ci vuole tornare per finire e ovviamente con il sole, premetto che il pendolino era il fiore all’occhiello delle ferrovie italiane ed era introvabile, custodito solo in selezionatissimi layup. Intorno c’era un gran movimento, su e giu di ferroviari inferociti… Era stato anche abbandonato uno zaino… Ma niente da fare, volevi finire l’outline a tutti i costi e fare le foto… Io ti ho detto che non ci tornavo nel deposito pieno di guardie. A 100 metri da SM Novella… Di giorno!!! Grasso che non era diciamo uno avezzo ai depositi, un pó per non essere da meno, un pó credo per fiducia ti ha seguito mentre io ti ho mandato affanculo… Tu non ci sentivi… Risultato Grasshopper con una cresta clingol in testa… Ma una fuga in macchina da poliziottesco anni 70 per le vie di Firenze che non potró mai dimenticare. Tommaso una bellissima persona, all’epoca soffrivo di una specie di autismo da writer, ricordo che aveva vissuto a NY nell’age d’or della scena dell’east side, che aveva una cultura pazzesca che spaziava dall’arte contemporanea all’underground… I famosi blackboard di Keith Haring in casa… La presentazione era legata ad un suo libro, oltre agli happening digitali, che di fatto dava una rilettura degli anni 80′, fino ad allora specie negli spazi sociali visti come gli anni del disimpegno e del riflusso, lui invece, con lo sguardo privilegiato di chi li aveva vissuti a New York li rivalutava attraverso un racconto di alcune delle più significative esperienze. Dalla nascita del fenomeno hip hop, alla wave, le sonorità post punk e l’arte contemporanea. Averlo adesso un Tommaso con cui chiacchierare. Bel ricordo, avevo in parte rimosso. Grazie Fra!

  2. 30 ottobre 2017 alle 2:13 pm

    Raga tutto bellissimo! Solo una cosa non mi torna… Se si parla di Pendolino il primo è stato messo in servizio nel 1995. Prima solo ETR. Quindi o la data o il treno non è corretto. Io non ricordo quando ho fatto queste foto. Ma ricordo che a Firenze non c’era tantissimo in strada ed esisteva anche qualche forma di streetart all’epoca. I soliti Frikkettoni!^_*

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: