Home > Milano > Zona Est Posse senza rivali (in linea)

Zona Est Posse senza rivali (in linea)

Non ricordo di aver mai visto pubblicato, come invece avrebbe meritato, questo autentico capolavoro. Siamo nel sottopasso di via Pontano, Hall of Fame TDK per antonomasia, sul lato opposto a quello dello storico Articolo 31, la parete in questione era completo appannaggio dei trucaloni come ricordava il blocco all’inizio del muro.

Il pezzo recita “Zona Est Posse senza rivali” ma io so, per aver visto a metà anni Novanta un book di bozzetti di Limone che la traccia originale prevedeva anche la chiosa: “in linea”. Probabilmente era stato abbreviato per questioni di spazio.

00Zona Est
02Est1
03Posse

Effittivamente all’epoca di rivali in linea ce n’erano pochini, passato il momento PWD la linea esterna era soprattutto roba di TKA e TAC (poi CYB) la cui somma dei componenti corrispondeva ai membri della ZE. All’interno della lettera “n” è possibile leggere la line up della crew:

Zona Est Milano: Sys, Dose, Flash 1, Dep, Bzk, Guz, Jet, Shad, Salbador, Steve DJ e, precis come quei de’ la Mascherpa, gli ZE indicano anche la data di realizzazione: 9 marzo 1992. Sembra ieri, no? No, infatti, sono passati la bellezza di ventisette anni.

04Senza

ZE non credo fosse durata tantissimo, forse un paio d’anni ma per la zona della Martesana rimane un momento fondamentale infatti, Shad escluso, tutti gli altri membri erano della provincia (Vimodrone, Cernusco, Cassina etc). Le mani sono evidentemente quelle di Limone, qua e là compaiono tag di Guz e Shad, non ho idea oltre a loro due chi ci fosse quel giorno di marzo. Dep mi dice che lui era arrivato a cose fatte.
Magari Had ne sa di più?

05Rivali

Pezzo fondamentale nel libro della memoria del writing della Madonnina. La lunga pezzata è condita da dediche (“Ciao Crama Posse”, “Hai, tidikei”…), varie declinazioni dei nomi di Bizeta (Bz, Bazuco…), Guz (Zug, Gaaas, Tuz…), Shad (Shaaz, Bollito…) e Jet. Dentro la “e” di Posse una lunga dedica ai “minchioni, coniglioni, coglioni” che si prevedeva avrebbero sporcato il candore del biancone. In realtà il pezzo è durato a lungo intonso, io l’ho fotografato nel ’94 ed era praticamente perfetto, purtroppo le foto sono scurissimme, si salva un po’ il “rivali”. L’ho rifotografato anni dopo ancora in pellicola, le foto sono più luminose ma fanno comunque cagare e il pezzo è già un po’ pasticciato. Meglio di niente. Qua la frasettine deliranti in pieno stile TKA che sono diventate dei piccoli classici (“non si sa cosa fare sopra il cazzo”).
Alla fine “TKA continuerà”.

Post di C. (autore del libro Buio Dentro sul bombing nella metropolitana a Milano)

Categorie:Milano Tag:
  1. Al momento, non c'è nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: