Archivio

Posts Tagged ‘1992’

Jet4 + Vandalo S13 in Garigliano 1992

31 maggio 2017 2 commenti


Il Sant’Antonio Rock Squat di Via Garigliano era uno squat abbastanza atipico. Sopratutto perché non aveva il tetto.
Oddio, il tetto ce l’aveva sulla parte  “abitativa”, ma su quello che una volta era il salone dell’ex Punto Rosso il tetto non c’era più.
Via Garigliano 10 nasce nel 1920 come Cinema Sociale, diventa negli anni 30 Gran Cinema Teatro Sociale, alla fine degli anni 30 Cinema Zara e poi Lagosta fino al 1979, anno della chiusura.
Nel 1980 riapre come Punto Rosso Hard Rock, fino alla famosa nevicata del 1985, che fece crollare il tetto del salone.
Nel 1991 fu occupato da diverse persone per uso sia abitativo che sociale. Ci passarono in diversi da qui, dai Casino Royale che erano di casa, agli LHP, a DJ Gruff, a writers come Kado. Pure Rusty mi sembra.
Ma fu nel 1992, a qualche mese dall’occupazione, che venne organizzata la prima jam in Garigliano.
Parteciparono in diversi, di cui ho già postato le murate: da Kino e Inox LHP a Mambo (Force Alphabetik e LHP), da Kado a Graffio e Shah (che posterò un’altra volta…).
Partecipammo anche io e Jet4, con l’aiuto di un six pack di birre e un six pack di bonze. Dupli naturalmente, come si può notare dal lilla che cambia tonalità a caso…
Sopra avevamo aggiunto anche la scritta BARRIO HARDCORE: “HardCore” perché in anni in cui negli squat sembrava che si potessero fare solo serate con dj’s e cose simili, volevamo rimarcare il nostro essere hardcore punks. E “barrio” perché ci piaceva tutto l’hardcore “chicano style”, dalla Venice Beach di Suicidal Tendencies, No Mercy ed Excel alla Oxnard di Dr.Know, Ill Repute, Aggression e Stalag 13 (Stalag 13 che potremmo abbreviare in… S13? Eggià, una delle ispirazioni per la crew era proprio questa!).
Comunque, tirato il pomeriggio a bonze e birre e la serata pure, raggiunti da Teatro tirammo tardi andando alla vicina Stazione Garibaldi, per un po’ di bombing lungolinea (ma pure quelli li posto un’altra volta!).
Unonovenovedue, punks sui muri, ti piaccia o meno!

Annunci
Categorie:Milano Tag:, , , ,

TDK Impatto Nitro 1992

16 maggio 2017 Lascia un commento

Impatto Nitro era la fanzine di writing che fecero i TDK dal 1992.
Non durò tantissimo, uscì un numero 0 in bianco e nero fotocopiata e un numero 1 con copertina a colori (sempre fotocopia) e interno b/n, poi basta.
Ma per quello che mi ricordo fu, se non la prima, una delle primissime fanze di writing italiane.
Dopo questa, almeno a Milano, arrivarono Trap, Tribe e diverse altre.
Se Impatto Nitro su carta la facevano Rendo, Sten e Mec, per questo IMPATTO NITRO su muro mi sembra ci fosse anche la mano di Raptuz.
O, perlomeno, il muro è quello della sua prima Hof di Rodano Millepini, di fianco alle pezze fatte da lui e Asso.
Caratteri semplici e leggibili, dato che era una specie di “pubblicità” della fanza, dopotutto.
Non so che centrasse Bugs Bunny li in mezzo, se fosse una citazione dei cartoons Warner Bros amati da tutti i writers oldskool di NYC, oppure se i TDK erano semplici amanti dei roditori.
Mistero.

(foto: Emsigei)

N.B. I pdf della fanzine (e diverse altre) sono ospitati sul sito di Bol, che le sta scansendo e archiviando, se ne facevate una e la volete far girare ancora, contattatelo!

Categorie:Milano Tag:, , , ,

Jet4 + Vandalo S13, Riot in 1992

E insomma, era l’agosto del 1992 e io, Jet4, Teatro e Tonino stavamo aspettando di partire per un giro Spagna-Portogallo-Euskadi.
Saremmo partiti una settimana prima di ferragosto, per arrivare in tempo, intorno al 20, a Bilbao per la Bilboko Aste Nagusia, la Semana Grande di Bilbao, una settimana di festa (e scontri con le guardie) nella capitale dei Paesi Baschi.
Ma essendo per una settimana / 10 giorni nella deserta e assolata Milano dell’agosto 1992, ci dovevamo trovare qualcosa da fare.

Quel qualcosa era usare costruttivamente tutte le bombole accumulate in cantina.
Generalmente, il pomeriggio a pezzare al Leoncavallo e la sera, dopo aver degnamente “carburato”, spedizioni in giro per strade e dintorni.
Uno di quei pomeriggi di agosto, con la cassa di bombole che tenevamo sempre in macchina, questa volta con tanto argento e rosso, tirammo fuori questo pezzo dedicato ai riots di Los Angeles avvenuti pochi mesi prima, a seguito del linciaggio di Rodney King da parte della Polizia di LA.
Il muro non era dei migliori perché il pezzo durasse… sulla parte bassa del frontone su strada di Via Leoncavallo. Praticamente destinato a essere coperto di manifesti di concerti, tags e tutto quanto. Ma almeno fino a settembre ci arrivò!
Il lettering lo fece Jet4, io mi occupai del puppet, della stella rossa e del geniale accessorio ideato dal buon vecchio Михаил Тимофеевич Калашников, l’AK47.

Categorie:Milano Tag:, , , ,

Asso – puppet a Rodano 1992

18 gennaio 2017 Lascia un commento

 

rodano-92-asso

Di Asso avevo già postato il punk con cresta fucsia che accompagnava la pezzata “Anti”, fatta sempre su questo muro di Rodano, la storica Hall of Fame di Raptuz e Asso, giusto qualche metro più in la.
Questo puppet era collegato alla murata No Remorse di Raptuz, il tutto fatto nel 1992.
Non so per che motivo il puppet stia cercando di dare fuoco al centro di Parigi e alla Torre Eiffel, sopratutto usando un tubo snodato cromato che cola benzina, ma la posa discretamente spaccachiulo mette a tacere qualunque perché.
Pezza firmata con tutte le sue firme: Asso, Ace e carta con l’Asso di Picche/Ace of Spades.

(foto: Rufus)

Categorie:Milano Tag:, , ,

2Dee Mozart NKF “Injun” 1992

12 dicembre 2016 1 commento

 

udine-92-injun-2dee-mozart

2Dee e Mozart erano tags che si vedevano spesso nell’est Milano, Lambrate, Udine, Cimiano, ma anche in giro nel resto della città.
Questa pezza bicolore stava su uno dei capannoni dietro a Piazzale Udine, su cui hanno dipinto in diversi tra quelli che passavano lungo la direttrice della MM2 (tipo un Bzk che posterò più avanti).
Perché “Injun” e tutto quel testo sui nativi americani?
Il 1992, anno di realizzazione del pezzo, era il 500enario della “scoperta” dell’America, a Genova si tenevano le Colombiadi.
C’erano eventi e altro dedicati a Cristoforo Colombo e a quella “scoperta”, presentata come una festa per l’America, ma che portò alla decimazione di quasi tutti i popoli indigeni di quel continente.
E sui muri di Milano c’era chi non voleva dimenticarlo.

(foto: Rufus)

Categorie:Milano Tag:, , , ,

Rendo TDK in Martesana 1992

20 settembre 2016 Lascia un commento

 

martesana92rendoalberolow

Qui siamo in Martesana, nella storica hall dei MCA.
L’anno, però, è il 1992, e i Milano City Artists non esistono praticamente più da 1-2 anni. La hall, che già era utilizzata da Rendo e Play sin dai tempi dei TSB, rimane casa di Rendo anche dopo la nascita della TDK (se si esclude qualche pezzo saltuario di Graffio).
Il tema ecologista lo rende il pezzo più “politico” di Rendo… e la lama sanguinante della sega elettrica lo rende anche il più splatter della sua produzione!
Il fumettone bianco, secondo me, è grosso così perché si era stufato di fare la chioma dell’albero con 3 verdi diversi e voleva chiudere la pezza più velocemente. Lo dico perché il testo del fumetto è incolonnato in modo un po’ disordinato, e in pezze come quelle di Rendo, iperprecise e mai lasciate al caso, mi fa pensare che boh.
Comunque, andava a coprire un vecchio pezzo di Kaos di 3 anni prima, epoca in cui Sten lasciò le tags che si vedono sopra.
Di fianco c’era il pezzone con la R gigante, ma quello ve lo posto un’altra volta…

(foto: Rufus)

Categorie:Milano Tag:, , , ,

AirOne THP sotto il cavalcavia 1992 o 93

27 novembre 2015 Lascia un commento

air1

AirOne THP, Via Richard, Milano, circa 1992/1993.
Parapetto delle scale che salgono al Cavalcavia Don Milani. A destra e a sinistra ci sono i 2 sensi di marcia di Via Richard.
Dietro le spalle del fotografo (io!), sui muri del cavalcavia, c’era la HoF dei 16K e, dato che il pezzo è dedicato, oltre che alla Manu, ai 16BC (il nome della crew prima di diventare 16K), presumo sia prima del 93, anno in cui cambiarono nome.
Il cavalcavia passa sopra al Naviglio Grande e alla ferrovia, tra la stazione di Porta Genova e San Cristoforo, e sui suoi muri portava i 16K da questa parte (dal 93 se non ricordo male) e i THP (e la MNP prima ancora) dall’altra. Zona Giambellino di là, zona Barona di qua.
Mi ricordo che avevo i coglioni girati, perché avevo fotografato tutta la HoF THP sull’altro lato e, arrivato giù da quella scala feci l’ultima foto della pellicola (questa).
Tirai fuori il rullino nuovo per cambiarlo e… avevo portato un rullino in bianco e nero per sbaglio.
Ora, le pellicole in b/n sono per due tipi di fotografi: quelli che se la tirano da artisti e si atteggiano a maudit, e quelli poveri, perché costava di meno stampare.
In entrambi i casi, per fotografare pezzi, fa cagare.
Per cui, se NON ho foto lato Barona, ora sapete perché!

Categorie:Milano Tag:, , ,