Archivio

Posts Tagged ‘fly cat’

Hall of fame di via Bazzini: Fly Cat

25 giugno 2010 3 commenti

Con questa andiamo indietro al 1987, il grande Cheech era una delle mie prime cose in via Bazzini, era arrivata la polizia con le pistole in aria, anche se avevamo il permesso per dipingere. Fly aveva sempre quella tuta e i baffetti, fissa Zulu Nation. Mi lasciava sempre di stucco per come tirava gli sbrilloni, non so come facesse a farli così sottili. Aveva in cassaforte a casa due skinny che gli aveva dato qualcuno, non li usava mai, li teneva religiosamente per quando fosse diventato un maestro: chissà se li ha ancora…

Annunci
Categorie:Milano Tag:,

Fly Cat: via Bazzini 1988

28 maggio 2010 4 commenti

Pezzata molto old di Fly in Bazzini, la primavera del 1988 direi. L’influenza era Futura 2000 e un pochino di Aerosol Art. Purtroppo lo scanner mi da questa resa un pò pallida. Son murate che ricordano in pochi, poi dopo qui c’era uno dei primi Pzyko style di Fly.

Garibaldi: spyder7 + flycat, 1990

22 marzo 2010 5 commenti

Un’altra murata storica. Soe di Spyder7 e Kay di Flycat. Dietro si intravede un softie di Mad Bob e le tag di Raptus e Reo. E’ durata un sacco di anni poi l’hanno buffata, ora ci sono dei throwup. Questa pezzata di Spyder e’ quella che in assoluto mi ha mandato piu’ sotto hai tempi!

Bazzini: Flycat, 1991

19 marzo 2010 3 commenti

Meo. Bella pezzata di Flycat. Periodo 91.

Categorie:Milano Tag:, , ,

Bazzini: Flycat, 1991

Roe, questa pezzata mi aveva parecchio colpito! Pochi colori ben accostati e outline da paura per l’epoca. Bazzini come al solito regala chicche mica male.

Categorie:Milano Tag:, , ,

Fly Cat: softie throw up

28 gennaio 2010 2 commenti

Grazie a Moe per questo splendido classico, in zona Centrale e con vicino un Neil al momento non rintracciabile.

Categorie:Milano Tag:

Fly Cat: Pzyko Style in via Bazzini

19 gennaio 2010 Lascia un commento

Non riesco a ricordare bene l’anno, ma dovremmo essere nel 1992 o 1993 in via Bazzini. Questo non era il primo Pzyko Style di Fly, ho ancora suoi outline in questo stile del 1990 quando mi spiegava che aveva derivato la base da Vulcan: in effetti, ci aveva visto giusto perchè chi capisce lo stile di Vulcan va sempre lontano.

Sulla destra c’era una dedica pazzesca tutta a pennarello, ne avrà fatta fuori una scatola a scrivere così sul muro. Per lui era un periodo molto particolare, e quel pezzo così grosso lo dimostra ancora. Crudo come la maggior parte dei suoi pezzi, io non ci sono mai andato pazzo, ma di roba così ce ne era e tutt’ora ce ne è poca. E’ per questi motivi che gli avevo chiesto di mettersi davanti alla sua opera, ripensandoci ho fatto proprio bene…

Categorie:Milano Tag: