Archivio

Posts Tagged ‘1993’

LHP che maneggiano cose, Berna 1993

17 aprile 2020 Lascia un commento

Il buon vecchio Fumo LHP, quando mi ha girato questa foto, pretendeva che intitolassi il post Sperm in Bern, ma io che sono più prosaico e didascalico ho messo il titolo che pareva a me, non avendo il suo afflato poetico.
E’ del tour europeo del 1993, in cui Inox e Corrado non c’erano per incomprensioni con la magistratura germanica e italiana, per cui erano stati sostituiti da Neffa e da Nando Popu SSS, qui tutti in relax post concerto.
Il resto del post, invece, l’ha scritto lui. Poeta urbano prestato all’agricoltura:

“Siccome vedo girare sempre la solita foto di quel famigerato tour del 1993 te ne mando un’ altra, a colori, più spontanea.
Qui ognuno fa quel che più gli piace: Neffa inala, io carico il cilotto, Nando Popu lancia una linea di abbigliamento per boscaioli jamaicani.
Il ginocchio in primo piano dovrebbe essere di LeleProx che, consapevole di avere belle gambe, sfrutta ogni occasione per metterle in mostra.
Eravamo nel backstage dell’autonomen jugend zentrum di Berna, un posto pazzeschissimo ricavato dall’accademia militare di cavalleria, dotato di grandi saloni per i volteggi equestri e alloggiamenti per la truppa e gli ufficiali. Io ci sono stato decinaia di volte e ogni volta scoprivo nuovi locali che gli occupanti sfruttavano con cognizione: baretti, laboratori, palestre, sale concerto di tutte le misure e per tutti i gusti, growing room i cui prodotti – invero stupefacenti – erano venduti nel ristorante al piano terra, specialità di spicco del menù vegetariano.
In ragione dei sui nobili trascorsi il luogo sorge in centro città, proprio dietro la strada dello shopping elvetico-plutocratico, unico luogo al mondo dove c’é un negozio esclusivamente dedicato al caviale, quattro vetrine ricolme di pregiate uova di storione che, raga, non appena istituiscono la giornata mondiale dell’esproprio proletario, ci ritroviamo tutti lì al grido di: “no tartina al caviale, no peace!!1!!“.
Da un vicoletto della strada dello shopping si accede a un parco che funge da parcheggio del autonomen jugend zentrum e anche qui distopia canaglia: i muri perimetrali del parco sono impreziositi da pregevoli pezzate (che se scrivo graffiti Vandalo mi sculaccia ) tra i quali si aggirano tossici in avanzato stato di decomposizione.
Lo smazzo di robaccia é controllato dagli Hell’s Angels, lo so perchè non appena scendiamo dal furgone ci si para davanti un Hells Angelo di taglia XXL apostrofandoci minacciosamente in dialetto bernese. Alchè Nando Popu imposta la faccia in modalità “idolo di pietra preposto ai sacrifici umani“ e risponde qualcosa in salentino, variante trepuzzese.
L’Hells Angelo allora accenna un educato inchino, fa una giravolta – falla un’ altra volta – e ritorna mogio sui suoi passi.
– “Scusa, Nando, posso sapere cosa gli hai detto?“
– “che se per cena vuole i turcinieddih deve mettere in ordine la sua cameretta e lavarsi le mani“.

Categorie:Milano Tag:, , , ,

KayOne MNP puppets in Giambellino 1993

Il luogo è il muro dei MNP al Giambellino, e l’anno è, appunto, il 1993.
Questi facevano parte di una murata collettiva dei Napalmz che, oltre alle pezzate vere e proprie, aveva anche 4 puppets che rappresentavano 4 componenti della crew.
Quelli che vedete in questa foto sono Chief e Zen, ritratti e stilizzati dalla precisissima mano di KayOne.
Tutta la murata l’avevo fotografata pezzo a pezzo, con l’idea di montarla insieme per fare una nastrata con tutto il muro.
Naturalmente, 24 anni dopo, sono ancora nell’album, ancora separate, ancora nella loro bustina trasp.
Purtroppo la foto dei puppets di Craze e Kay m’è venuta sfuocata a schifo, ma nel Flickr di Kay trovate la murata intera.
Infine, no.
Quelle piante li sotto no. Potete farci cordame al massimo.

 

Categorie:Milano Tag:, , , , ,

Zoid rooftop bombing 1993

Zoid ha scaricato bombe in giro per Milano fin dagli inizi con alcuni dei futuri ZN13, poi girando spesso con il Craze MNP (a proposito… la tag che spunta dal bordo del muro sarà la sua? e cosa c’era d’altro?) e lasciando molte tracce a 2-3 colori per le strade e, occasionalmente, pure sul metallo.
Qualcosa rimane in giro tuttora, angoli nascosti, muri mai ristrutturati, tetti e qualcos’altro.
Questo è al primo piano quindi non lo chiamerei heaven spot, ma concediamogli il rooftop!
Bianco, nero e rosso sanguinante. 93 ben evidente.
BOR in alto suppongo stia per Borromeo, piazzetta nel centro di Milano che fu per un po’ di anni la mecca della scena skate milanese, radunando sui suoi scalini anche un folto gruppo di gente che si divideva tra la tavola e le bonze.
Cosa non certo apprezzata dalla folta popolazione di magistrati, avvocati, notai e amici degli sbirri che abitavano nei palazzi intorno…

(foto: Slog)

Categorie:Milano Tag:, , ,

Doze UAN Shad Guz Bzk TKA all’anfiteatro 1993

16 febbraio 2017 Lascia un commento

bzkshadguzdozejekoanfimartesana93

Beh, questo è uno dei miei muri preferiti di tutti gli anni 90 e, per me, rappresenta appieno quello che erano i TKA: un mischione di stili diversi, che sembrava non centrassero un cazzo tra di loro, ma insieme, chissà come, funzionava.
Dalla pezza di Dose UAN, più classica niuiochese con quel 3d allegro giallorosso luminoso, ma con lettere scure scure, e il MII che sembra capitato per caso (ma guardatevi gli spigoli della M e della I che s’insinuano nella I in mezzo!), con lo sfondo a nuvoletta che si trasforma in poppettina popputa sulla sinistra. E vogliamo parlare degli omini stacchini alla StayHigh born in Lambrate?
Andando a destra, la pila di stracci ammucchiati con Jungol, Guz e Turko uno sopra l’altro, con linee e outline tracciate e stracciate, con quella casualità scazzata di chi si trova in mano una bonza di spray, mentre nell’aria girano prodotti di combustione di resine cariche di thc.
Io lo dico subito: la cosa che mi piace di più è la Guzzata in mezzo con quelle lettere lasciate lì come se. Usando come riempimento lo sfondo taggato del muro, con il nero a fare outline, il bianco a dare riflessi, il rosso a far pallini e goccioloni e il giallo che boh.
E in fondo, in basso a destra, quel TRUKALO POWER, con il “power” scritto a cazzo, con i gessetti dimenticati dai bambini che giocavano nel parco della Martesana.
Trukaoselon!

(Foto: Rufus)

Categorie:Milano Tag:, , , , , , ,

Zen MNP unfinished ZEN 1993

6 ottobre 2016 Lascia un commento

 

craze-zen-90circa

Craze mi dice il pezzo è di Zen e non suo, ma siccome non ho voglia di riscrivere tutto il testo barro le cose sbagliate e vabbé.
Così si vedono le cazzate che scrivo.
D̶i̶r̶e̶t̶t̶a̶m̶e̶n̶t̶e̶ ̶d̶a̶l̶l̶a̶ ̶H̶a̶l̶l̶ ̶o̶f̶ ̶F̶a̶m̶e̶ ̶d̶e̶i̶ ̶N̶a̶p̶a̶l̶m̶z̶ ̶i̶n̶ ̶G̶i̶a̶m̶b̶e̶l̶l̶i̶n̶o̶,̶ ̶u̶n̶ ̶p̶e̶z̶z̶o̶ ̶n̶o̶n̶ ̶f̶i̶n̶i̶t̶o̶ ̶d̶e̶l̶ ̶C̶r̶a̶z̶e̶!̶
̶Z̶e̶c̶r̶o̶n̶e̶,̶ ̶l̶’̶a̶v̶e̶v̶i̶ ̶p̶o̶i̶ ̶f̶i̶n̶i̶t̶o̶?̶ ̶q̶u̶a̶n̶d̶o̶ ̶s̶o̶n̶ ̶p̶a̶s̶s̶a̶t̶o̶ ̶i̶o̶,̶ ̶n̶e̶l̶ ̶m̶a̶g̶g̶i̶o̶ ̶9̶3̶,̶ ̶n̶o̶.̶ ̶M̶a̶ ̶m̶a̶g̶a̶r̶i̶ ̶d̶o̶p̶o̶ ̶s̶i̶.̶
̶B̶o̶h̶.̶
Comunque colori Dupli, resti di bombolette del muro dei Mondiali e, intorno, tags della gente che passava in zona.
Spettacolo la tag di Chief in alto a destra.

Categorie:Milano Tag:, , , ,

Sky4 CKC in Martesana 1993

8 febbraio 2016 Lascia un commento

Ad accompagnare il Lemon TKA, postato qualche giorno fa, sui muri dell’Anfiteatro al Parco Martesana, c’era questo delirio sgocciolante di Sky4.

Di questo pezzo mi ha sempre disturbato il 3D giallo piatto, che contrasta con il caos di incroci nelle lettere, totalmente diverso dall Sky giallo e rosso fatto solo poco tempo prima.

(foto: Rufus)

Categorie:Milano Tag:, , ,

Lemon TKA in Martesana 1993

2 febbraio 2016 1 commento

Siamo sul lato sinistro dell’Anfiteatro nel parco Martesana, con un Lemon a gialli, rossi, marroni e azzurri, cui di fianco appare un pezzo blu di Sky4 (che però posto la prossima volta).
Erano stati fatti sopra a dei loro pezzi precedenti, sempre del 1993, un Limone azzurro e rosso (di cui spunta in alto la scritta “ipop”), uno Sky4 giallo e un outline di Mace.
Non so perché siano stati coperti dagli stessi a così breve distanza visto che, sia la prima murata che la seconda, schiaffeggiavano tranquillamente 3/4 del writing milanese e avrebbero dovuto essere meta di pellegrinaggi di fedeli dello stile.

Ma tant’é. Rimangono un tot di foto fatte da quelli che passavano in Martesana nel periodo, in cui i colori sono riprodotti sempre con toni diversi.
Ma se ricordate le palette colore delle bonze dell’epoca, un’idea dei colori reali, magari forse.(foto: Rufus)

Categorie:Milano Tag:, , , , ,

Dose-Geko in Argonne 1993

25 gennaio 2016 Lascia un commento

Dose-Geko, viale Argonne, Milano 1993.
Alla hall che ricevette decine di pezze storiche, fatte da TKA e CKC in fondo a Viale Argonne, sul terrapieno della ferrovia.
Di dosey non ho tanto su muro, giusto questa e una in anfiteatro. Di più su metallo e nelle stazioni.
Questa pezza di Dose stava sopra una vecchia pezza di Sky4 (beh, vecchia… di qualche mese prima!), dedicata a Phase2, Vulcan e Tats Cru. Di fianco c’era un Shungol di Shad, anche lui coperto da boh.
Qualcosa.
Qualcuno.

Magari Shad si ricorda perché il pezzo suo e di Sky sono stati coperti così presto.

(foto: Rufus)

Categorie:Milano Tag:, , ,

Lemon 21 in Argonne 1993

24 novembre 2015 1 commento

LEMON 21 argonne 93

Pezza di Lemon del 93 sul muro della ferrovia in fondo a viale Argonne.
Questa è una delle sue pezzate che preferisco, insieme a un’altra dello stesso anno in anfiteatro Martesana.
Outline azzurro, interni marroni-grigi-aranci, e quegli effetti di riempimento rigati, che sembravano schizzi a matita, o come quando fai una bozza e il pennarello si scarica, e cerchi di farlo bastare riempiendo rigando… non so se mi sono spiegato, vabbé.
Di fianco c’è una parte dei vari Jungol di Shad, che mi sembra fosse parte di una murata precedente.Che voleva dire però “21”?

(foto: Rufus)

Categorie:Milano Tag:, , , ,

Shad, Il signore della crudezza, Argonne 1993

7 ottobre 2015 Lascia un commento

shad argonne 93

Shad TKA CKC in viale Argonne, circa 1993.
Non sono sicuro che l’anno sia il 93, ma più o meno circa boh.
Quello di cui sono sicuro è che il nuvolone giallo sullo sfondo del pezzo non è spray, ma “altro”.
Non si spiegherebbero se no quelle alghe verdi spiaccicate intorno. E quei calzini a righe abbandonati sulla S. E quel MOSTERSHAD che non si capisce se è un errore voluto o semplice bollitura.
E quella macchia in basso, marrone cioccomarocco?
Nuvole gialle su viale Argonne…

(foto: Rufus)

Categorie:Milano Tag:, ,