Archive

Archive for the ‘Parigi’ Category

La Chapelle, BBC Jay1

8 ottobre 2010 1 commento

Molto stiloso Jay1, ne ho ancora uno con l’ape in giallo, da qualche parte mi salterà fuori, spero di averlo scannerizzato. Se non sbaglio Jay1 poi era andato ad abitare a Berlino, ma la roba di questi anni rimane la più bella. Con Lokiss, i BBC rappresentavano un’ottima alternativa allo strapotere di Bando e Mode2, completavano alla grande la scena parigina che quattro o cinque anni dopo era ri-esplosa grazie alla diffusione del libro Paris Tonkar.

Categorie:Parigi

La Chapelle, BBC Ash2

6 ottobre 2010 Lascia un commento

Hall of fame di Stalingrad, uno dei pochi pezzi che conservo di quella grandissima crew che erano i BBC.

Categorie:Parigi

The Chrome Angels – Radical (Copenhagen)

11 giugno 2010 Lascia un commento

Credo di aver scattato questa foto a Copenhagen nel 1990, in un bagno termale che i Chrome Angels avevano decorato: ingresso e cortile. O qualcosa del genere, nei negativi ci sono due puppet di Mode con persone ignude e dotate di asciugamano. La pezzata è Radical, a me piace ancora.

Bando – Stalingrad 1987

1 giugno 2010 2 commenti

Pezzata devastante che mi ha segnato la vita. Per me uno dei massimi di questo stile, che poi pochissimi sapevano ripetere in maniera vera.

Bando CTK

4 maggio 2010 Lascia un commento

Mi è capitata lì questa bella foto di un outline classico dei CTK, è Bando con la Z che faceva anche nelle tag, con la barra diagonale raddoppiata. Un classico alla base del cosidetto stile europeo, che stavo giusto pensando di ripassare qui con uno speciale Amsterdam (sono in attesa di scanner da Gianni4, se consegna io posto).

Mode2: We are toyz!

26 dicembre 2009 1 commento

Sempre dalle foto di Stalingrad, siamo al muro famoso della Hall of fame di Parigi, esattamente sulla parete di quel pezzo apparso nel libro Spraycan Art, il grande Sens con i due energumeni a fianco. C’erano due puppettini, uno era questo e l’altro era un “We are kings”, con lo scimmione armato che rivedete qui (quel pezzo era citato anche in Tribe numero 2). Lì a sinistra di questo papero c’era il tipo con la pistola che Kaos aveva copiato al muro della Martesana, epoche remote.

Un’intervista con Mode2 la leggete anche qui. Son contento di postare questa foto: loro che erano i Re di tutta Europa, si dichiaravano Toys. Chissà come era la storia di questi pop veramente.

Mode2 ha scritto delle cose molto belle in All City Writers, spiega che molti bboy dopo i primi anni di vita nel mondo fantastico dell’aerosol, si erano trovati senza una professionalità da spendere per avere un lavoro. Soli quando il sogno ha iniziato a mostrare le crepe, e dice espressamente che diversi erano andati fuori di testa al confronto con la realtà, proprio come qui da noi. Dice anche che l’aerosol è un magnifico hobby, ma che poi farlo diventare attività principale di lavoro comporta situazioni difficili e poco simpatiche, vero anche questo.

OK, buon anno a tutto voi King e Toys, ci sentiamo con l’anno nuovo per altre splendide svolazzate nel passato dell’hip hop di Milano.

Categorie:Parigi Tag:, ,

Parigi 1987: Sensign

23 dicembre 2009 2 commenti

Ecco un paio di foto da un mazzo di negativi che avevo rapinato a due ragazzi di Scienze Politiche, che erano stati a Parigi e avevano conosciuto Boxer dei CTK. Non mi ricordo come li avessimo conosciuti, forse al muretto, poi son spariti senza aver mai veramente dipinto.

La pezzata è in puro stile Bando, Sens era uno dei suoi nomi alternativi. Sono queste le foto che mi hanno condannato ad anni di biting estremo, copiando pari pari questo stile che ancora oggi mi prende bene. In effetti erano straight letters come quelle che facevano a New York a metà anni ’80, ma portate all’estremo con bordi precisissimi e grazie molto dettagliate e stereotipate.

Questa roba era severamente sdegnata dai PWD, solo Spyder concepiva che potesse esistere roba europea, marcia ma pur sempre writing. E io giù a scopiazzare Parigi e Amsterdam, fino al 1992 e poi dopo al 1995 quando ho provato a toyeggiare con un minimo di originalità in più, e l’influenza di Phase2 che bene o male si faceva sentire. Chi faceva sta roba in Italia? Che effetto fa oggi alle nuove generazioni? I CTK erano bomber bastardi, ma stranamente c’era l’idea che uno stile così fichettino fosse per forza tutt’altro che bombing.

Categorie:Parigi Tag:, ,