Archivio

Posts Tagged ‘ckc crew’

I writers dell’oratorio, Casoretto 1989

7 gennaio 2020 Lascia un commento

L’oratorio del Casoretto.
Me lo ricordo negli anni 80, o almeno dopo il 1985, quando cominciai a passarci nelle vicinanze, per i concerti all’Helter Skelter.
Tra Via Casoretto e Via Leoncavallo c’era questo isolato, vagamente trapezoidale, dove risedevano gli unici punti di aggregazione del quartiere: il Centro Sociale Leoncavallo e l’Oratorio del Casoretto.
Per i giovani tra fine anni 70 e primi anni 80, a parte questi due posti, c’erano solo le piazze e l’eroina.
Del Leoncavallo e delle murate nel centro sociale ne abbiamo parlato e ne parleremo.
Ora parliamo dell’oratorio.
Lo so che non vi piace sentir parlare di preti ed oratori, ma come diceva Cab Calloway a John Belushi nei Blues Brothers: “Jake, tu devi ravvederti. Và al catechismo!”
E nell’oratorio del Casoretto ci trovavi, alla fine degli anni 80, oltre al catechismo, questi ragazzini veramente giovani (non penso all’epoca avessero più di 15-16 anni) che, sulle tracce di Spyder7, FlyCat e degli altri PWD, stavano prendendo in mano gli spray e provavano a fare le prime cose sui muri.
E il muro in questione era quello che chiudeva il lato lungo del campo di calcio dell’oratorio.
Le foto che vedete sono state fatte nel 1990, ma le pezze sono dell’anno precedente, dell’89.
ORATORIO era stato fatto da AskOne, mentre MILANO, mi dicono dato che non è firmato, da Bang.
Di fianco alla scritta dell’oratorio c’era pure un puppet, questa volta firmato FoxOne che era il vecchio nome di Bang, epoca TTC crew.
Letteroni che, in un impeto di generosità, potremmo chiamare in stile europeo. Presto rinnegato, dato che loro stessi si sono steccati i pezzi, taggando Bread, Bangsta, AskOne, Kray, KDT Kill Da Toys l’anno successivo.
Erano le prime cose, ed erano molto giovani.
Di li a poco avrebbero lasciato i letteroni europei per quelli NYC di scuola PWD.
Un paio di anni dopo avrebbero fondato la CKC crew.
E lasciato l’oratorio per la nebbiosa “saletta CKC” del Leoncavallo e per la PLAZA, Piazza Aspromonte, lì al centro, dove c’era il playground per il basket.
Sarebbero tornati all’oratorio nel 1998, per una delle varie murate CKC in giro per il quartiere.

(foto: Teck)

 

CKC, la stanzetta del Leo

10 settembre 2019 1 commento

stanzetta ckc

Steve DJ ci ha mandato un fantastico ricordo della stanzetta al Leo di via Leoncavallo, siamo a Milano nel 91-93. Qui sono cresciuti i CKC.

QUANDO PENSO ALLA STANZETTA DEI CKC NON RIESCO AD AVERE DEI RICORDI ORDINATI: VISUALIZZO UN VORTICE DI IMMAGINI… UN MAZZO DI CARTE DA CUI PESCARE RICORDI. IL PRIMO E’ TONINO. TONY, CHE DIO TI BENEDICA, LUI C’ERA SEMPRE, KING TONY. LA PRIMA VOLTA CHE MISI PIEDE AL LEO ERO COL GUZ E BAZOOKA. NEL CORTILE INTERNO DA DOVE SI ACCEDEVA ALLA RAMPA DI SCALE (TUTTE SOVRASCRITTE DI PEZZI E TAG) C’ERA SPESSO UN FALO’ DURANTE L’INVERNO, LI’ CONOBBI APPUNTO STAZE E KRAY CHE SI SCALDAVANO AL FUOCO.

SE BUTTAVI L’OCCHIO SU’ IN ALTO, LA VETRATA DELLA STANZETTA MOSTRAVA UNO SPICCHIO DI MURO BIANCO CHE TUTTI POTEVANO VEDERE DA GIU’ E RICORDO CHE SKY CI AVEVA PIAZZATO TATTICAMENTE UNA TAG DI TRAVERSO.

C’ERA PIENO DI MARUEGHI AL LEO E SI FACEVANO LE SCALE TUTTE IN UNA VOLTA SU’ E GIU’ PER TUTTO IL SABATO SERA. CE NE INFISCHIAVAMO DELLE ATTIVITA’ DEL LEO, DEI CONCERTI E DI QUELLO CHE ACCADEVA GIU’. LA STANZETTA ERA UN LUOGO A CUI MICA TUTTI ERANO AMMESSI E PER ME CHE NON ERO UN CKC ERA UN VANTO POTERCI STARE. LI’ CONOBBI UN PO’ TUTTI… SHOT L’ANZIANO, SKY 4, DROP, BANG, ASKY E POI ANCHE GLI ALTRI WRITERS DI ZONA COME STRIKE E YNDY… LI’ ACCANTO AL FUOCO UNA SERA CONOBBI ANCHE FLACO E MADBOB. VENIVANO SEMPRE INSIEME, ERANO RISPETTATISSIMI, SNOCCIOLAVANO RIME E FLACO IN QUEL PERIODO SI APPOGGIAVA A UN BASTONE PER VIA DI UNA STORTA, MADBOB PORTAVA IL MARSUPIO ASCELLARE CHE IO, PIRLETTA DI 19 ANNI, APPENA EBBI L’OCCASIONE MI FIONDAI AD ACQUISTARE DA WAG. “MAD, COSA SIGNIFICA MADBOB?” MI STRONCO’ SUBITO: “SIGNIFICA: ROBERTO E’ PAZZO!”.

INSOMMA DENTRO QUEL PORTONE DI VIA LEONCAVALLO STAVO CONOSCENDO DI PERSONA I MITI CHE AMMIRAVO TEMPO PRIMA SUI MURI DELLA METROPOLITANA. I CKC AVEVANO SPESSO QUALCOSA DI PERSONALIZZATO: LA CLASSICA FIBBIA COL NOME, LA FELPA O LA T SHIRT. ANCHE IO APPENA DIEDI L’ORALE DELLA MATURITA’ MI RIVENDETTI IL POMERIGGIO STESSO I TESTI AL LIBRACCIO E FECI COMPORRE DA BELALUGOSI UNA SBERLA A SETTE LETTERE. L’IGNORANZA DEI NOSTRI VENT’ANNI SCARSI REGNAVA SOVRANA: C’ERA L’ANDIRIVIENI DI CHI ANDAVA A FARE I TAG TOUR E I BOMBING E CHI VENIVA RISUCCHIATO DAL DIVANO, CHI ARRICCHIVA I MARUEGHI E CHI SI SBRONZAVA A MORTE DIVENTANDO LO ZIMBELLO DELLA SERATA.

RICORDO CHE C’ERA UN PERIODO IN CUI QUANDO QUALCUNO APPIZZAVA IL LOTTO, SUBITO LO ACCHIAPPAVANO, LO IMMOBILIZZAVANO E GLI TAPPAVANO LA BOCCA E IL NASO E ‘STO CRISTO RISCHIAVA DI RIMANERCI SECCO! SOLO QUANDO GLI CEDEVANO LE GINOCCHIA ALLORA VENIVA LASCIATO LIBERO. OVVIAMENTE POI C’ERA IL TOY DI TURNO CHE VENIVA BULLIZZATO PER SETTIMANE E MESI… POTEVI LEGGERE LE PEGGIO INFAMATE SUI MURI E SUI VETRI (RICORDO AD ESEMPIO: “XXXXXXXX MOSTRO DI FOLIGNO, RIDACCI IL POVERO SIMONE”) E PIU’ I TOYZ SI RIBELLAVANO PIU’ VENIVANO MASSACRATI, A VOLTE PERSINO ABBINDOLATI E INVITATI A PIPPARE LO ZUCCHERO DELLE BUSTINE DEL BAR. POI CAZZO PARTIVANO CERTI POGHI SU QUEI POVERI DIVANI… SPESSO LA POLTRONA ERA IL TRAMPOLINO E IL MALCAPITATO CHE SI TROVAVA SUL DIVANO NON CE LA FACEVA MAI A RIALZARSI PERCHE’ SI FORMAVA UNA CATENA DI GENTE CHE PER ACCEDERE AL TRAMPOLNO FACEVA LA FILA! TI BUTTAVI SULLA VITTIMA, TI RIALZAVI E TI RIMETTEVI IN FILA.

TUTTE LE SERE C’ERA QUALCUNO PRESENTE IN STANZETTA O GIU’ ED IO CHE AVEVO FATTO LE SCUOLE SERALI DOPO IL DIPLOMA NON VOLLI PIU’ SAPERNE DI PROSEGUIRE E STUDIARE. LAVORAVO DI GIORNO, USCIVO LA SERA E LA’ MI CONSEGNAVO. HO FATTO ANNI AD USCIRE TUTTE LE SANTE SERE, PURE LA DOMENICA E IL LUNEDI’. C’ERA POI TUTTO UN COROLLARIO DI PERSONAGGI COLORITI CHE SALIVANO A FARE UNA VISITA (GENTE CHE SOLO IN UN CONTESTO SIMILE SI PUO’ TROVARE!) E PER ME QUELLO E’ STATO PER LUNGO TEMPO IL PAESE DEI BALOCCHI…

NON RICORDO POI IL MOTIVO PER CUI I CKC VENNERO SFRATTATI DALLA STANZETTA. PERSONALMENTE FU AVVILENTE ABBANDONARE L’IDEA DI QUEL CLUB DAI DIVANI PULCIOSI. STA DI FATTO CHE POCO TEMPO DOPO INAUGURAMMO MANDRAGORA E QUELLA SERA IO PORTAI I MIEI DISCHI E I MIEI 1210. SPIKKIO E COCIS ALLA FINE DELA SERATA SE LA GIRAVANO CON UN MAZZO DI MILLINI, SCUDI E DECA ALTO UNA SPANNA E LA SETTIMANA SEGUENTE AVEVAMO DUE 1200 UN MIXER, AMPLI E CASSE.

AD OGGI IO NON FREQUENTO PIU’ NESSUNO DI ALLORA E LA MIA PERSONALE STAGIONE IN SALETTA DURO’ SOLO UN PAIO DI ANNI… SAREBBE BELLO ASCOLTARE I RICORDI DI CHI CI FU DALLA PRIMA ORA. CAZZO, LA STANZETTA… SI USCIVA LA SERA CON MILLE PROGRAMMI MA POI ALLA FINE NON CI SI SCOLLAVA DA QUEI DIVANI LERCI. UNA SERA MI CI SONO PURE ADDORMENTATO, MI SVEGLIO’ STAZE INCREDULO, HO IL RICORDO NITIDO DELLA SUA RISATA E GLI OCCHI FURBI SOTTO L’IMMANCABILE CAPPELLINO DA BASEBALL. DA DIETRO LE LENTI DA VISTA KING TONY E IL SUO MODO DI SCHERZARE ERANO ANCORA GLI STESSI UNA DOZZINA DI ANNI DOPO QUANDO CI INCONTRAVAMO LA DOMENICA ALLO STADIO PER IL MILAN. A VOLTE AVEVO L’IMPRESSIONE CHE NON FOSSE CAMBIATO MAI NULLA DA ALLORA.

Clout e Starch

28 gennaio 2018 Lascia un commento

WhatsApp Image 2018-01-28 at 22.09.43

Ciao, avevo lì un mucchietto di foto sfuse dal trasloco e c’era questo bel treno d’epoca che non avevamo mai postato. Io la storia non la so però magari appare qualcuno nei commenti con un ricordo in prima persona. Non vorrei dire stupidate ma qualcuno di loro era anche nei PWD. Starch poi aveva ricevuto il nick di Super K, re del calo. C’era anche un treno FNM con me e qualcun altro in argento di qualche anno dopo verso il 95-96 forse. Questo invece risale credo al massimo al 91-92. Secondo me potrebbe essere del periodo in cui erano venuti a dipingere in via Bistolfi da Gianni 4 e me, quella volta c’erano tutti i CKC e lì si andava in anni molto remoti, l’ultima volta con Spon da NY che faceva la parte ma era rimasto bello stampato da un lotto credo di charas. Poi lì non si era più andati, era passato tutto dall’altra parte del ponte in Argonne. Per quell’epoca, avere un whole car era abbastanza spaventoso direi. Vedete anche MTD che era Make The Difference, una delle crew di Fabrizio insieme ad NSA che era Non Stop Action. Bless.

Categorie:Treviso Tag:, ,

Noi… CKC

17 dicembre 2017 Lascia un commento

NoiCKC

È vero, avevo detto che smettevo coi piloni ma mi ero dimenticato dell’articolo più pregiato della parure: il pezzo (Noi…) CKC.
Questo pezzo sfiora la leggenda, primo perché era stato fatto in punto strategico che gli consentiva visibilità dai vagoni della metro, da e per Milano e, ovviamente dalla ciclabile (futura perché allora era solo una stradina dimenticata da Dio e dall’ANAS) della Martesana, secondo perché è rimasto lì una vita e infine perché è dei CKC!
Le mani credo fossero quelle di Sky e di Kid perché in quel periodo in banchina a Vimodrone c’era un pezzo molto simile firmato da entrambi, lo aveva postato Phato tempo fa proprio qui su Pezzate, bisognerebbe chiedere conferma ai diretti interessati.
A metà degli anni 2000 qualche ragazzino infischiandosene delle leggende e delle buone maniere lo aveva pasticciato con brutture assortite cancellando con nonchalance un pezzo di storia.

(articolo di C.)

Categorie:Milano Tag:

Ask1 a Cascina Gobba

6 dicembre 2017 2 commenti

A-s-k (1)

… primo di una serie di interventi dell’autore del nuovo libro sul bombing in metro nei primi ’90…

Dal momento che per le preview del libro sulla scena subway dei 90’s bisognerà attendere di essere sotto data (uscita prevista marzo 2018) mi sono organizzato per riscaldare un po’ il cuore degli amici di Pezzate con un bel po’ di roba che arriva direttamente dal nostro decennio preferito.

Siccome sono un tipo metodico ho deciso di affrontare la cosa per “temi”, iniziamo dunque dai “piloni di Gobba”. Avevamo già pubblicato una vita fa una foto di Limone, ancora nelle vesti di Bazooka, adesso andiamo giù a raffica con un bel campionario di tutto quello che si poteva trovare lì sotto. Sui piloni c’è stata e in alcuni casi c’è ancora, roba davvero leggendaria soprattutto per i ragazzi che abitavano da Vimo in poi, verso l’estrema zona est, che se la beccavano tutti i giorni andando a scuola o a farsi i giri a Milano. Certo se avessi uno scanner sarebbe anche più carino perché potrei partire dalla roba più vecchia, in ogni caso provo ad organizzarla in senso blandamente cronologico.

Had è sempre stato contrario a proporre sulle pagine di Pezzate roba di tag e simili invece a me è una cosa che è sempre piaciuta un casino, non a caso ho fatto vagonate di foto alle tag sin dall’inizio, anche perché credo che soprattutto queste restituiscano l’atmosfera, il gusto e il senso di un periodo. Anyway, per aggirare l’ostacolo ho preparato una selecta con un mix di varie cose. Tra cui ovviamente mille tag.
Partiamo da Ask dei CKC con il suo trittico di pali che va a comporre il nome; l’idea l’avevano in realtà già avuta sia Shad (parzialmente con le sole S e H) che Dose, purtroppo di entrambi ho soltanto una lettera a cranio: le posterò poi.

Tornando ad Ask: purtroppo di lui non so praticamente nulla non avendo mai avuto il piacere… chiedo dunque se qualcuno vuole aggiungere qualcosa sul personaggio.
[Continua…]

Categorie:Milano Tag:

Noce, Quarto Oggiaro – circa 1997

4 aprile 2017 1 commento

E’ girato sulla Fan Page dei CKC la mia parte e qui ecco la prima parte di Noce, la terza pezzata era di Gianni 4 ma non la ho sottomano, mi sembra ci fosse uno dei suoi lemuri. Il mio pezzo ad un certo punto stava venendo proprio bene, poi ho perso il controllo dei colori e ho fatto il solito casotto. Noce faceva timidi esperimenti al di fuori del monocromo argento-nero, non mi ricordo il nome di questo stile, ci infilava dentro delle faccine piuttosto inquietanti. E’ lui davanti al pezzo in posa da breaker.

A distanza di anni, un writer che ringraziamo (ma vuole restare anonimo) ci manda uno scatto in fieri della parte mia e di Sky4. Per vedere la foto in grande, apritela col tasto destro del mouse e aprite in un’altra scheda.

17797566_10212660333247657_1283602016_o

Gian4 grazie a Fanbo ci ha rimediato la foto intera del pezzone completato. Per il file in alta risoluzione cliccate qui (sono 7000 pixel).

maxi collage

 

Shot CKC in Cadorna FNM 1994

27 ottobre 2016 Lascia un commento

 

ckc94

Donky Shot CKC in Cadorna FNM, Milano 1994.
Oh, questo window down bars’n’arrows su un EB 930 è spettacolo puro.
Peccato per i finestrini buffati che fanno perdere la chiusura di qualche lettera, ma le Ferrovie Nord qualcosa riuscivano a pulire a quei tempi.
Purtroppo ho dovuto ritoccare un po’ la foto (di Slog) perché essendo sopravvissuta a un allagamento era lievemente danneggiata… in origine i finestrini del treno non erano così bui, pur essendo stato fotografato in Cadorna FNM che non è esattamente il regno della luce…
Tra le centinaia di pezze sui treni firmate CKC, una delle mie preferite.

Dra CKC sulle Nord 1995

14 settembre 2016 Lascia un commento

 

dra-ckc-1995-eb930

Window down di Dra CKC su una carrozza EB930 delle Nord ferma alla stazione di Cadorna.
Pezza superpulita, fatta giusto con le sei bonze che ci stanno in una cassa di spray, bella semplice e precisa, con quelle frecce discendenti.
Quell’angolino della curva della D, che spunta in mezzo alla superficie della verticale, appena tagliata, spostata e lievemente ruotata, è poesia visuale, sapevatelo.
Peccato che la foto originale (di Slog) fosse più impolverata di un antico dagherrotipo rinvenuto in un cassetto del prozio centenario… ho cercato di ripulirla al meglio, ma insomma.

Categorie:Milano Tag:, , , ,

Rae CKC in Pontano 1995

rae95pontano

Pezza di Rae nel regno di Sten e Mec che, negli anni, hanno dato spazio a diversi ospiti nella gloriosa Hall dei TDK.
Qui un Rae del 1995 che, con 5 colori come scheggie di vetro & ghiaccio, lasciò a bocca aperta tutti i visitatori di Pontano e a bocca chiusa tutti gli altri.

(Foto: Ruff)

Categorie:Milano Tag:, , , ,

CKC prima dei CKC

2 maggio 2016 1 commento

Qui ci troviamo su uno dei muri dell’oratorio, di fianco alla chiesa del Casoretto.
Quell’oratorio ha visto comparire sulle sue pareti le firme prima, gli esperimenti di pezzi poi, di diversi giovanissimi writers di Lambrate, che poi andranno a formare i CKC.
In seguito, l’oratorio cominciò a stargli un po’ stretto e, con la nascita della CKC crew il 1 maggio 1991, chiesero e ottennero l’uso di una saletta del Leoncavallo (che peraltro stava nello stesso isolato dell’oratorio, ma sul lato opposto), nota per avere sempre uno spesso strato di “nebbia” in qualunque stagione.
E non dimentichiamo la Plaza. I giardinetti di piazza Aspromonte.
Dopo il 1991 a CKC già ampiamente attivi, sulle pareti dell’oratorio continuò ad apparire vernice, anche se più sporadicamente, dato che si presero muri e treni ovunque. L’ultima cosa fu una murata organizzata nel 1997 (di cui si sta cercando la foto delle pezze di Sky e Rae per Pezzate, se le avete!).

Comunque: In questa foto, panoramica del passo carraio con il “Crime” di Spik e “Spine”.

 

Archivio_90-2016Scan-160319-0014

Il “Crime” di Spik, fotografato di fronte

Archivio_90-2016Scan-160319-0010

“STA” di Staze (R.I.P. King Tony) e la “K” di Kray
Archivio_90-2016Scan-160319-0013
A proposito di questa foto: noto ora la tag di Kray sulla sinistra “CKra”… mmmm… quel CK iniziale…

La “B” di Bang/Bangsta!

Archivio_90-2016Scan-160319-0011

Una delle sue prime, dopo aver trovato il nuovo nome, dopo qualche anno da FoxOne TTC.

Infine, la foto più vecchia: FOxOne TTC, appunto.

Archivio_90-2016Scan-160319-0012

Fox One, scritto con la F alla rovescia, era il vecchio nome di Bangsta.
All’epoca di questo pezzo, pur essendo ancora un regazzino, dipingeva già da un paio d’anni almeno (nei commenti link a uno dei suoi primi pezzi, dell’87 in Bazzini), e si vede dal maggior controllo nelle linee rispetto ai vecchi pezzi.
Puppet BBoy, con “papiro” per la firma (tremenda usanza di fine 80’s e primi 90’s), scritta TTC (The Town Crew) dediche alla Zulu Nation e, naturalmente, a FlyCat che insegnò le prime cose e aprì le porte di Bazzini a molti di questi kids.

Queste foto, una serie di 4-5 in bianco e nero, sono state fatta da Japo / JDM Photo, all’epoca della seconda murata per Fausto e Iaio (1990), uccisi 12 anni prima in Via Mancinelli, dietro al muro dall’altra parte dell’oratorio.