Archive

Archivio dell'autore

Paradiso Perduto: Funk caribe!

30 aprile 2017 Lascia un commento

A metà anni ’90 Mace stava a Venezia, in una casa stranissima che nel minuscolo salotto aveva un pozzo medievale in pietra, si trovava in Calle o Vicolo del Trevisan. Boh… Lì praticamente sulle Fondamenta della Misericordia stava il Paradiso Perduto, uno dei pochi locali aperti fino a tardi. Fabrizio mi aveva organizzato di suonare lì e avevo una enorme valigia di dischi con l’impianto fissi a casa sua, lì dove c’era il pozzo. Una volta avevamo suonato live con un suo amico bassista, togliendo i bassi del vinile e ci andava lui sopra a braccio. Non so come facesse perché suonavo mille cose diverse, tendenzialmente non è che ci fosse proprio tutta sta selezione. Ero un po’ un wannabee del rare groove, e in effetti lo sono ancora oggi ah ah… L’altro giorno son tornato al locale e ho domandato al proprietario se mi fa suonare ancora. Gli ho creato questo sound come proposta. E’ un funk rock creolo e del caribe, primissimi ’70. Niente di speciale, un po’ piattine pulitine, molto fatto da classici e compile con un po’ di cose ravanate su Youtube. Va bene da ascoltare in sottofondo. Vanni ne ha fatto più di un volume anche lui, gli interessava il sound. Il volume 6 inizia a deviare sull’afro rock continuando il filone rock latino. Spero possa piacere anche a voi.

Categorie:Mixtape, VeneziaMestre

Bazuco – Vimodrone 1993

18 aprile 2017 Lascia un commento

Qui siamo sul retro del Parchetto Spino, eravamo mi sa Giorgione e Jet più io. BZK non c’era quella sera e quindi gli avevamo dedicato un bel blockbuster alto un paio di metri. Era una bianconata, proprio all’inizio dell’era bianconate con la mia Fiat Uno bianca. Io stavo per entrare nella crew o ci ero appena entrato, ah ah mi trattavano con mega rispetto, ero la star. Poi in effetti era Limone quello bravo. 1992, per fortuna è segnato nel pezzo, avrei detto 1993. Bazuco era un composto sintetico tipo crack che si facevano in Brasile, mi sa che il nome mi arrivava dalla lettura di Alias del Manifesto che comperava la mia ragazza, i suoi genitori erano vecchi compagni. Limone ne era rimasto molto impressionato.

Siamo qui a casa mia con Moe, che ha portato un suo hard disk con praticamente la storia del writing di Milano. Ci sono dentro 40 mila foto, ah ah nessuna voglia di vederne mezza, magari ci faremo poi col tempo qualcosa anche qui.

PS. Ripensandoci poi la vera notizia di questa foto è che Jet su questo muro, storico per i TKA, ci era andato le prime volte con l’attrezzatura da alpinismo. Lui era appassionato di scalate, e affrontava la nuova passione per il bombing un po’ facendo due piccioni con una fava. In auto aveva tipo trenta metri di cavo. Non ho mai capito poi bene concretamente come andassero le cose, il racconto degenerava sempre in risate incontrollate. Dopo pochissimo lui aveva abbandonato l’hip hop per dedicarsi ad altro e non lo si era più visto. Mitico.

Categorie:Milano

Quattordio Graffiti, 30 anni dopo

14 aprile 2017 Lascia un commento

Pezzate era nato nel 2008 dopo l’uscita di All City Writers, per pubblicare quello che là non aveva trovato spazio e per dare voce ai ricordi senza dover passare da un editor e da una libreria.

Per uno strano giro della storia, sembra che a distanza di 10 anni si ripeta l’occasione con diversi libri sul writing che tornano di attualità o che finalmente arrivano sugli scaffali.

Quattordio Graffiti era uno dei volumi di Mazzotta che hanno segnato la nostra storia. Ora credo che sia anche abbastanza raro, ma non vado a vedere le quotazioni. Per principio Pezzate non è un archivio e non sono un geek del writing ma solo un vecchio e buon writer. Chissene, io andavo alla Sormani a leggerli, là ci sono ancora e per voi può sicuramente essere un’esperienza interessante quella della biblioteca, col tesserino di carta e tutto. Ah ah.

In poche parole, preparatevi a vedere qui sul blog una lunga serie di foto e storie d’accompagnamento a libri sulla old school in uscita tra giugno e ottobre. Con un primo appuntamento che rievoca la storica spedizione a Quattordio di Phase e degli altri maestri.

Per chi volesse partecipare: conferenza stampa il 24 maggio e poi il 26 e 27 due giornate/serate di hip hop. Dettagli qui.

Categorie:New York

Noce, Quarto Oggiaro – circa 1997

4 aprile 2017 Lascia un commento

E’ girato sulla Fan Page dei CKC la mia parte e qui ecco la prima parte di Noce, la terza pezzata era di Gianni 4 ma non la ho sottomano, mi sembra ci fosse uno dei suoi lemuri. Il mio pezzo ad un certo punto stava venendo proprio bene, poi ho perso il controllo dei colori e ho fatto il solito casotto. Noce faceva timidi esperimenti al di fuori del monocromo argento-nero, non mi ricordo il nome di questo stile, ci infilava dentro delle faccine piuttosto inquietanti. E’ lui davanti al pezzo in posa da breaker.

Un writer che ringraziamo (ma vuole restare anonimo) ci manda uno scatto in fieri della parte mia e di Sky4. La foto di Noce era uscita qui nel 2012. Per vedere la foto in grande, apritela col tasto destro del mouse e aprite in un’altra scheda.

17797566_10212660333247657_1283602016_o

Rae + Had nel vercellese a metà anni ’90

2 aprile 2017 Lascia un commento

shad+rae

Qui siamo in una comunità di recupero nel vercellese, c’era Gruff che suonava in sto hangar che rimbombava in maniera satanica. Rusty e qualcun altro. Periodo che Rusty frequentava Garigliano: l’invito lì arrivava da un contatto del bassista di Casino Royale o qualcosa del genere. C’era una densità di zanzare pari a quella della sabbia in spiaggia.

Quindi c’erano sti ex tossici che erano anche simpatici con la loro temibile esperienza di casini e dolore vario. Rest in peace a manetta, era da stringere il cuore. Mi ricordo che non potevamo farci vedere a fumare perché gli saliva la scimmia. Io ero nel mio periodo vetrata/cattedrale, così lo chiamava Rae, in poche parole era tutto ritagliato come faceva Phase. Bello storto, ma in qualche modo era corretto che fosse così.

Era stata una bella zingarata, grazie ancora a chi si era preso la briga di tirare su la cosa.

Categorie:Milano

Pool party funk!

10 ottobre 2016 Lascia un commento

Playlistina di Miami funk misto a roba brasiliana. Selezionati dalla collezione di DJ Bronco e da materiale di DJ Le Spam + Athens of the North. Enjoy!

Categorie:Senza categoria

Vanni: Funk rock express

3 ottobre 2016 Lascia un commento

Vanni nel week end ha sfornato i primi due volumi di un’antologia funk rock, genere molto bello di cui non ci sono molti mix o compile in giro. All’epoca i primi dj hip hop conoscevano e suonavano questa roba, che effettivamente è bella piena di break. E’ un argomento pochissimo esplorato anche dalle etichette di ristampe e antologie, quindi come direbbe Vacchi: Enjoy!

Categorie:Bari, Mixtape