Archivio

Archivio dell'autore

Jazzy sensation!

12 gennaio 2020 Lascia un commento

 

Ho fatto un quarto volume di questa serie jazz rap con i musicisti di oggi e l’alt rap che spacca. C’è la scena jazz di Londra e americana più un po’ di rapper meno conosciuti e non commerciali, per primi i Das Racist. Ascoltatela!!!

Categorie:Mixtape

Hey Phase

12 dicembre 2019 Lascia un commento

É mancato Phase2, è uscito in italiano un bel pezzo su Art Tribune e poi il NYT qui. Da parte mia e nostra un saluto grande fratello e maestro. Siamo onorati di aver ascoltato e trasmesso la tua immortale storia del ghetto di New York.

Categorie:Senza categoria

Art School NYC – bringing it all back home

8 dicembre 2019 Lascia un commento

Vanni ha compilato un nuovo volume di una serie vintage che facciamo da 4 anni in onore all’ambiente della New York post punk e hip hop dei primi anni ’80. Secondo noi questa è la roba che ascoltavano Basquiat e Vincent Gallo. Poi dopo anche A One, che era un patito di reggae.

In questo volume c’è un po’ l’idea cosmopolita di New York al centro del mondo, dove si ascoltava magari artisti del Cameroun e del Congo come Manu Dibango e Ray Lema, ma anche lo zouk che era un po’ la disco della Guadalupa. Più i Clash, più tutta la roba dei b-boy, più la disco boogie etc etc. I volumi precedenti li trovate da questo link.

Quando son stato al MUCEM a Marsiglia avevo preparato qualche slide tra cui queste due foto che mostrano il mescolone punk rap che avevamo esplorato anche in questi mixtape ambientati qualche anno dopo circa 1985-1987. Nella prima foto i Clash con Futura 2000 (da qui), nella seconda Malcolm Mc Laren e Vivienne Westwood con chiodo borchiato e Technics 1200 (da qui), siamo nei primi anni ’80. Per i geek c’è anche una foto che circola di Joe Strummer dei Clash con Kurtis Blow e una recensione del loro concerto nel 1982 qui sul NYT.

The_Clash_Futura_2000_Fab_5_Freddy_Dondi_White_in_the_studio_recording_photo_by_Bob_Gruen

85252277_349480a1.jpg

 

C’era anche un’altra pista che però faremo magari in un nuovo volume, partiva tutto da questo mix Celluloid quasi disco del 1984, con il chorus degli Zulu du Parigi. E voleva arrivare a tutta la scena del cosmopolitismo afro che segue da anni Hugo Mendez di Sofrito: es qui da leggere, qui da acquistare, qui da ascoltare. Erano persone che poi a Milano ci arrivavano, vedi i breaker citati nel libro Vecchia Scuola (Drago) o le disco e le trasmissioni di Francis e Minnella per Radio Popolare.

Categorie:Londra, Mixtape, New York, Parigi

DJ Giangi in grande spolvero…

8 dicembre 2019 Lascia un commento

Compila di roba brasiliana attuale, c’è qualche pezzo rap molto afro e un po’ di samba rock new wave. Più altre cose fighe e stilosissime, bless. C’è anche un secondo volume un po’ più electronica quasi techno.

Categorie:Mixtape

Jazz-rap 2020

28 novembre 2019 Lascia un commento

Primo volume con l’alt hip hop degli anni ’90 e un po’ di jazzisti di oggi alle prese con il rap.

Secondo volume di jazz rap con una prima parte più soul e una seconda parte che rappresenta la scena del nuovo jazz inglese.

Terzo volume con il jazz rap più politico e un po’ di spoken word con qualche escursione anni 90.

C’è anche un quarto volume!

 

 

Categorie:Mixtape

Un po’ di funk afro-caribe bello incazzato

29 ottobre 2019 Lascia un commento

Non c’è nemmeno un pezzo di afrobeat, promesso…

Categorie:Milano

Jazz, beats & rhymes

21 ottobre 2019 Lascia un commento

Ho fatto un mix di jazz e rap, sia jazz rap vero e proprio della prima era sia di oggi, mescolato con gruppi alt hip hop e underground. Bless, sono 100 minuti di grande musica!

Categorie:Mixtape